OFS Italia - OFS Italia

Il Vangelo di oggi

«Osservavano per vedere se guariva in giorno di sabato» 

Lunedì 11 settembre 2017
SS. Proto e Giacinto
23.a Tempo Ordinario

 

Dal Vangelo di Luca (Lc 6,6-11)

Un sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C’era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata. Gli scribi e i farisei lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato, per trovare di che accusarlo. 
Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati e mettiti qui in mezzo!». Si alzò e si mise in mezzo. 
Poi Gesù disse loro: «Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?». E guardandoli tutti intorno, disse all’uomo: «Tendi la tua mano!». Egli lo fece e la sua mano fu guarita. 
Ma essi, fuori di sé dalla collera, si misero a discutere tra loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù.

 

≈ ≈ ≈ ≈ ≈ ≈ ≈ 

 

Quella mano che Adamo aveva teso per cogliere i frutti dell'albero proibito, il Signore l'ha impregnata con la linfa salutare delle opere buone, affinché, inaridita a causa della colpa, fosse guarita grazie alle opere buone. In quest'occasione Cristo affronta i suoi avversari che, con le loro false interpretazioni, violavano i precetti della Legge; ritenevano che nel giorno del sabato, occorresse riposarsi anche dal compiere le opere buone, mentre la Legge ha prefigurato nel presente l'aspetto del mondo a venire, quando certamente sarà il male a non operare più, non il bene... 

Hai sentito quindi le parole del Signore: «Stendi la mano!». Ecco il rimedio per tutti. Tu che credi di aver la mano sana, guardati dall'avarizia, sta' attento che il sacrilegio non la paralizzi. Stendila sovente: stendila verso il povero che ti implora, stendila per aiutare il prossimo, per portare soccorso alla vedova, per sottrarre all'ingiustizia colui che vedi esposto a un'umiliazione immeritata; stendila verso Dio per i tuoi peccati. In questo modo si stende la mano; in questo modo verrà guarita.

S. Ambrogio  (©Evangelizo.org)

 

  ≈ ≈ ≈ ≈ ≈ ≈ ≈ 

 

Il Dio buono e misericordioso ti benedica,
ti avvolga della sua presenza d'Amore e di guarigione.
Ti sia vicino quando esci e quando entri,
ti sia vicino quando lavori. Faccia riuscire il tuo lavoro.
Ti sia vicino in ogni incontro e ti apra gli occhi
per il mistero che risplende in te in ogni volto umano.
Ti custodisca in tutti i tuoi passi.
Ti sorregga quando sei debole.
Ti consoli quando ti senti solo.
Ti rialzi quando sei caduto.
Ti ricolmi del suo Amore, della sua bontà e dolcezza
e ti doni libertà interiore.
Te lo conceda il buon Dio,
il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo.
Amen.

A. Grun

Share

Commenti   

 
#1 paola maria teresa 2013-12-03 10:58
Gesù Bambino nascerà ancora tra gli ultimi. Per strade e periferie esistenziali potremo ancora incontrarlo.Buo n Avvento a tutti i fratelli! Tanta pace e bene nel Signore
Citazione
 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo SOLO cookie tecnici. NON vengono utilizzati cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali o raccogliere dati personali. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie tecnici; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information