La francescana secolare Edvige Carboni sarà beata il 15 giugno

La Postulazione della Causa di Beatificazione della francescana secolare Edvige Carboni (1880 - 1952) ha comunicato la concessione di Papa Francesco che la celebrazione del Rito di Beatificazione della Venerabile Serva di Dio Edvige Carboni abbia luogo a Pozzomaggiore (Sassari) sabato 15 giugno 2019.

Rappresentante di Sua Santità sarà il Card. Giovanni Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, che presiederà la solenne cerimonia. Lo comunica in una nota l'Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Alghero-Bosa: la notizia è giunta alla Postulazione tramite la Segreteria di Stato Vaticana a firma del Sostituto, Mons. Edgar Peña.

Nel comunicato si sottolinea la grande gioia e soddisfazione dal Vescovo diocesano e dagli attori della Causa, la Parrocchia di San Giorgio martire con il suo Movimento di Pozzomaggiore intitolato alla nuova Beata e i Rev.mi Padri Passionisti della Provincia della Presentazione.

Membro del Terz'Ordine Francescano dal 1906, Edvige Carboni visse i suoi giorni nell’umiltà silenziosa arricchiti dalla preghiera assidua, dai suoi lavori di ricamo e la carità verso tutti: la famiglia, la parrocchia, i poveri, gli ammalati, i disoccupati, le spose senza dote e istituti religiosi. Entrò nell’intimità divina sino ad essere arricchita di carismi e configurata nella sua carne a Gesù crocifisso. Offrì tutta se stessa a Dio per i peccatori e per il decadimento morale di cui spesso il Signore si lamentava con lei.

 

Amava il Papa e la Chiesa cui fu sempre obbediente; devotissima della Madonna e dei Santi Giovanni Bosco e Domenico Savio. Fu stimata dai suoi vescovi e dai suoi direttori di spirito tra cui spicca Padre Ignazio Parmeggiani della famiglia passionista cui si legò durante il periodo romano. Di lei ebbero un altissimo concetto San Luigi Orione, San Pio da Pietrelcina e il Servo di Dio Padre Giovanni Battista Manzella. Morì a Roma la sera del 17 febbraio 1952. Dopo essere stata sepolta ad Albano Laziale (RM) per sessantatre anni, nel 2015 si fece la ricognizione canonica delle sue spoglie mortali che riposano attualmente nel Santuario di Santa Maria Goretti a Nettuno (RM) in attesa di un imminente rientro a Pozzomaggiore, dove verranno collocate nella chiesa parrocchiale in cui ricevette il battesimo. Il Servo di Dio Monsignor Ernesto Maria Piovella, che fu vescovo della sua diocesi originaria (Alghero), arcivescovo di Oristano e di Cagliari poi, di lei profetizzò che “insieme a Sant’Ignazio da Làconi e a San Salvatore da Horta, Edvige Carboni sarebbe stata onore e vanto di tutta la Sardegna”.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo SOLO cookie tecnici. NON vengono utilizzati cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali o raccogliere dati personali. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie tecnici; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information