OFS Italia - Fraternità di Gaeta parrocchia S. Giacomo Apostolo (LT)

Fraternità di Gaeta parrocchia S. Giacomo Apostolo (LT)

Origini

Le origini della fraternità di Gaeta risalgono a tempi antichissimi, forse probabilmente all’arrivo sul luogo di S. Francesco nel 1222 in viaggio nell’Italia centro-meridionale. Accolto calorosamente dagli abitanti locali,  fu invitato dai cittadini a restare un po’ di tempo al fine di costruire un’abitazione per i confratelli. San Francesco si trattenne, spargendo il buon seme della Parola di Dio ed operando diversi miracoli, descritti nelle biografie del Santo e nei Fioretti; si ricorda quello della risurrezione del carpentiere travolto da una trave mentre lavorava alla costruzione della chiesa conventuale.

Successivamente la venuta di un discepolo di S. Francesco, il beato Agostino d’Assisi, consolidò la presenza della fraternità di terziari. Alcuni documenti, conservati nell’archivio della Curia Arcivescovile, provano il riconoscimento giuridico della fraternità di Gaeta risalente alla seconda metà del 1700 (exequatur del 4 febbraio 1777).

Dopo la bufera provocata dal governo napoleonico del 1806 con la soppressione degli ordini religiosi e la chiusura del convento di S. Francesco in Gaeta medievale, nel 1823 la fraternità Ofs trova accoglienza nella parrocchia di San Giacomo Apostolo. Da allora il suo cammino si è unito a quello della comunità parrocchiale di S. Giacomo, condividendone le difficoltà, le ansie e le gioie, pur conservando la specificità del suo carisma.

Formazione

La formazione permanente è articolata secondo la seguente struttura:

  1. Lettura personale del tema dal Testo dell’anno.

  2. Quattro incontri mensili rispettivamente su

          i. Approfondimento del tema alla luce della Parola di Dio e attraverso una scuola di preghiera

          ii. Approfondimento del ruolo del laico e della triplice funzione sacerdotale, profetica, regale

          iii. Approfondimento del tema dal Testo dell’anno con spunti presi dalle Fonti Francescane, Regola e Costituzioni

          iv. Approfondimento dei Lineamenta Sinodali

  1. Un incontro settimanale sulla Parola di Dio tratta dalla celebrazione eucaristica domenicale.

Alla fine di ogni unità, viene

- individuata  un’azione di carità o di missione da realizzare

- celebrata una breve liturgia

Alla fine di ogni incontro, si legge la preghiera per la beatificazione di Teresa Di Janni

Per la crescita spirituale, la fraternità partecipa alla vita sacramentale e liturgica in seno alla comunità parrocchiale di San Giacomo Apostolo a Gaeta e ai vari Capitoli spirituali locali, regionali e nazionali dell'Ordine Francescano Secolare.

Il servizio alla Chiesa e agli ultimi

La maggior parte dei componenti della fraternità vive la comunione all’interno della comunità parrocchiale per la quale si offre un contributo in termini di servizio liturgico, assistenza al parroco, servizio caritativo,collaborazione per lavori vari, partecipazione nel Consiglio Pastorale e in quello degli Affari Economici.

Alcuni componenti svolgono un mandato nel Consiglio Pastorale Foraniale e Diocesano, nella Consulta Diocesana e Regionale delle Aggregazioni Ecclesiali e nel servizio come Ministri straordinari dell’Eucaristia.

Altri componenti invece, partecipano all’Eucarestia feriale e domenicale e a particolari celebrazioni liturgiche.

La fraternità interagisce inoltre con la Caritas parrocchiale, sostenendo le sue attività con contributi e aiuti diretti di alcune consorelle. Sono in atto delle intese per realizzare progetti comuni di solidarietà.

La fraternità è impegnata nell’adozione a distanza di due bambini della missione di Makoua in Congo belga (Africa) attraverso la sottoscrizione di quote mensili da parte di gran parte dei confratelli.

La fraternità, attraverso un suo delegato, dal novembre 2004 è socio fondatore dell’Associazione Onlus “Gocce di Fraternità” che ha quattro principali aree di impegno:

1. il commercio dei prodotti equo-solidali, per migliorare l'accesso al mercato e le condizioni di vita dei produttori svantaggiati del Terzo Mondo;

2. lo sviluppo spirituale, umano e culturale, la promozione di attività di educazione alla pace e l’approfondimento dei filoni culturali dove il francescanesimo può esprimere un’attualità e una ricchezza di potenzialità;

3. il sostegno alle azioni di giustizia e di carità, attraverso il coinvolgimento al bene comune e il recupero di situazioni di disagio anche con la gestione di centri di aggregazione ricreativi;

4. la promozione di seminari, convegni, pubblicazioni per incentivare la diffusione delle più ampie conoscenze sui temi di interesse dell’Associazione.

Fonte: sito dell'OFS di Gaeta

Share

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo SOLO cookie tecnici. NON vengono utilizzati cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali o raccogliere dati personali. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie tecnici; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information