News

Come Ludovico: il coraggio di fare il bene di tutti

San Ludovico patrono ofs

Siano presenti con la testimonianza della propria vita umana ed anche con iniziative coraggiose tanto individuali che comunitarie, nella promozione della giustizia, ed in particolare nel campo della vita pubblica impegnandosi in scelte concrete e coerenti alla loro fede [Apostolicam Actuositatem, 14] (Regola OFS art. 15)

Carissimi Francescani Secolari d’Italia, l’occasione della festa liturgica del Santo Patrono Ludovico ci offre un’occasione propizia per alcune considerazioni “estive” a partire dal capitolo elettivo nazionale, celebrato ad Assisi nei primi giorni dello scorso luglio.

È stata certamente l’estate più calda degli ultimi anni, e questo è solo uno degli aspetti di un’estate straordinaria che ci ha visti coinvolti, più o meno spettatori, di eventi locali e mondiali. La pandemia che ancora non dà tregua, gli incendi in Sardegna e non solo, il terremoto ad Haiti, la questione afghana, sono solo esempi di ciò che accade. Tutto questo ha suscitato in tutti noi da un lato sorpresa e sdegno e dall’altro desiderio di solidarietà vicina e lontana, tutti sentimenti guidati dall’affermazione di Gino Strada, spesso citata dopo la sua scomparsa che dice:“Se uno di noi, uno qualsiasi di noi esseri umani, sta in questo momento soffrendo come un cane, è malato o ha fame, è cosa che ci riguarda tutti. Ci deve riguardare tutti, perché ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi”

D’altronde lo stesso Ludovico, forse poco conosciuto, o almeno non al pari di Elisabetta, ci insegna come sia possibile un’amministrazione fatta di atti coraggiosi per il bene di tutti, a qualsiasi livello.

Credo proprio quindi che il tema dell’ultimo capitolo, “Alzati e va’ a Ninive, la grande città” non possa e non debba rimanere un mero slogan da lasciare nella storia dei capitoli, bensì una traccia di cammino per tutta la Fraternità Nazionale e non solo del Consiglio Nazionale. Il ricordo del nostro Patrono sia dunque occasione per ciascuno di noi dipartire alla ricerca della propria Ninive, come impegno di presenza e servizio quotidiano che si fa carne nella storia e sulle strade di ogni giorno.

L’augurio del Consiglio Nazionale è quello di sentire forte il desiderio di relazione e di incontro con gli ultimi, e che, questo desiderio possa rendersi vita concreta.

Auguri di vero cuore per questo nuovo anno fratelli cari. 

Luca Piras
Ministro Nazionale OFS Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *